Arte e Cucina...
le ricette di Marisa e Simona

Cerca nel blog

martedì 30 dicembre 2014

Penne al pesto e salmone affumicato








Non so voi, ma io amo molto il pesto, forse anche perché ho una grande passione per il basilico. Pare che questa salsa 'discenda' dal moretum, una salsa in uso nell'antica Roma ottenuta mescolando formaggio, aglio ed erbe.
Questa volta l'ho abbinato al salmone affumicato, ottenendo un'unione perfetta, vedrete che potrete distinguere nettamente entrambi i sapori. La ricetta del pesto fatto in casa la trovate qui

INGREDIENTI (per 2 persone):

lunedì 29 dicembre 2014

Omini Gingerbread








Lo so, Natale è passato, ma le feste non sono ancora finite, per cui, approfittando di queste giornate particolarmente fredde che spingono a rimanere al calduccio a casa, possiamo preparare questi buoniiiiissimi (sì, le i sono di proposito tante, commisurate alla bontà di questi dolcetti).
Dai, recuperate gli ingredienti e mettetevi al lavoro!

INGREDIENTI (per 30 biscotti circa, quantità che può cambiare a seconda della misura delle formine che userete):

giovedì 18 dicembre 2014

Frollini al burro




Oggi vi propongo uno dei miei esperimenti con la frolla montata. Di recente ho acquistato "Non solo zucchero " di Iginio Massari e così mi sono messa a studiare un pochino perché la pasticceria è un'arte,sì, ma ha delle fondamenta precise e a volte quasi matematiche. Questi frollini sono realizzati con una frolla montata, che si ottiene lavorando il burro con lo zucchero sino a montarlo, appunto, creando un impasto morbido e modellabile in sac a poche. Una frolla di base e di media qualità prevede l'uso di uguale quantità di burro e zucchero e il doppio di farina. Il liquido è costituito poi dall'uovo in rapporto 1:10 del peso totale degli ingredienti. Per esempio se vogliamo fare una frolla semplice con 500gr di burro dobbiamo necessariamente unirvi la stessa quantità di zucchero e quindi la farina sarà circa 1000gr. Per le uova da utilizzare il calcolo è semplice: sommiamo le quantità di burro, zucchero e farina (nel caso sopra descritto la somma è 2000gr) e lo dividiamo per 10. Nella nostra ricetta le proporzioni sono esattamente rispettate ma c'è l'aggiunta di 50gr di latte per ottenere una frolla più malleabile da poter essere modellata tranquillamente in sac a poche.

INGREDIENTI:

martedì 16 dicembre 2014

Risotto alla zucca




Il riso è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle graminacee ed è uno dei più importanti cereali nell'alimentazione umana. Le prime coltivazioni risalgono risalgono ad alcuni millenni a.C. in Asia; la sua storia è lunga come il suo diffondersi dall'Oriente ai Paesi del Mediterraneo. Di certo era conosciuto nell'antichità anche dai greci e dai romani, ma da questi non ne fu praticata la coltivazione. I romani lo acquistavano con le spezie e lo usavano per decotti a scopo medicamentoso.

La prima testimonianza certa della coltivazione in Italia è nel documento del 1475 del duca Galeazzo Sforza di Milano che promette ben 12 sacchi di riso al duca di Ferrara affinché ne inizi la coltivazione. Il riso comincia così la sua marcia ed a metà del '500 la sua presenza è ormai in tutto il Nord d'Italia. Il riso diviene il simbolo dell'abbondanza e della ricchezza ed è per questo che ancora oggi si getta sugli sposi come augurio di felicità e prosperità.

Le varietà di riso coltivate in Italia appartengono alla sottospecie "japonica", più adatte alle preparazioni nostrane, come il risotto. Il riso italiano è uno dei più pregiati al mondo e si distingue in quattro gruppi:

venerdì 12 dicembre 2014

Sedani rigati con scamorza affumicata e fesa di tacchino



Ho una certa predilezione per la fesa di tacchino, spesso la preparo quasi come si fa col carpaccio, condendola con un filo di olio e accompagnandola con la rucola, macinandoci su un pochino di pepe. Questa volta però l'ho utilizzata in modo diverso: ne ho fatto tagliare dal salumiere delle fette spesse e l'ho accompagnata con cubetti di scamorza affumicata, dadini di peperone rosso e la mia amata erba cipollina.

INGREDIENTI (per 2 persone):

mercoledì 3 dicembre 2014

Minestra di farro e patate




Tempo fa ho assaggiato una minestra molto simile in un posticino di Bari che io amo molto. Mi è piaciuta così tanto che ho deciso che avrei provato a rifarla a casa, e devo dire che il risultato è stato altrettanto saporito.

INGREDIENTI (per 2 persone):

Iscriviti alla newsletter