Arte e Cucina...
le ricette di Marisa e Simona

Cerca nel blog

giovedì 21 agosto 2014

Spaghetti all'amatriciana


Eccoci qui a parlare ancora di tradizione...uno dei primi che più sono graditi dalla mia famiglia. Mia madre lo cucina spesso a volte anche con un pizzico in più di peperoncino...
L'amatriciana è uno di quei piatti che è capace di creare dispute culinarie di alti livelli: molti usano la pancetta al posto del guanciale, alcuni non ci mettono il goccio di vino bianco...insomma è un argomento scottante!! la ricetta che vi proponiamo è quella tipica che si fa ad Amatrice, un paesino ai confini tra Abruzzo e Lazio, a cui ha dato i natali e vuole obbligatoriamente gli spaghetti invece dei bucatini. I pastori amatriciani per secoli infatti sono andati in transumanza nelle campagne romane ed hanno esportato in quei luoghi le loro tradizioni culinarie tanto da far loro pretendere una presunta paternità....
All'inizio come cibo di pastori era molto semplice da consumare anche in montagna nel verde dei pascoli, bastava un pezzo di guanciale stagionato, del pecorino e degli spaghetti, poi con l'uso più frequente del pomodoro è nato questo meraviglioso connubio.


L'AMATRICIANA
L'Amatriciana è un fior di poesia
lo cito, senza dire un'eresia,
scritta col Guanciale e Pecorino
Peperoncino e un pò di Bianco vino,
un goccio di buon Olio e teneri Pelati
poi gli Spaghetti, ben bene amalgamati,
L'Origine il nome ve lo dice
è quella di "Città dell'Amatrice 
(Tommaso Quattrocchi)

INGREDIENTI (per 4 persone):
  • 320gr di spaghetti di grano duro (io l'ho resa senza glutine utilizzando gli spaghetti di mais)
  • 160gr di guanciale stagionato
  • una generosa manciata di pecorino grattugiato
  • 350gr di polpa di pomodoro a pezzi
  • un goccio di vino bianco
  • sale e pepe q.b
  • 1 peperoncino fresco piccolo (o un pizzico di quello essiccato)
  • olio q.b.
PROCEDIMENTO:
  1. Togliete la cotenna al guanciale e tagliatelo a listarelle.
  2. In una padella fate rosolare il guanciale con un goccio d'olio fino a quando il grasso diventa trasparente.
  3. Sfumate con un goccio di vino bianco, aggiungete il pepe ed il peperoncino e saltate per un paio di minuti
  4. Aggiungete la polpa di pomodoro, regolate di sale e fate cuocere finchè il sugo non si sia leggermente ristretto
  5. Cuocete la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolatela e saltatela in padella con il sugo.
  6. Aggiungete una manciata di pecorino, mescolate ed impiattate.
  7. Prima di servire spolverate con abbondante pecorino.

Iscriviti alla newsletter